Causa ed effetto: conoscere le proprie azioni per prevederne il risultato

CAUSA ED EFFETTO: OGNI SITUAZIONE DERIVA DA DETERMINATE CONDIZIONI. Ogni situazione è il risultato di azioni fatte o non fatte che l’hanno generata. Potenzialmente possiamo imparare a conoscere bene le azioni che mettiamo in gioco, per prevedere sempre con migliore approssimazione le situazioni future, e costruire a nostro piacimento. Si può parlare anche di karma se si vuole, il significato in realtà è lo stesso, ma preferisco legge di causa ed effetto, sembra mettere meglio l’accento sulla possibilità di controllo.

CONSAPEVOLEZZA. è quindi importante conoscere bene le azioni che intraprendiamo, avere chiarezza di quello che stiamo facendo prima di agire, esercitarsi ad conoscere quello che stiamo facendo. Spesso non ne siamo pienamente consapevoli, spesso agiamo in automatico senza avere piena consapevolezza di quello che stiamo facendo.. E ci si sorprende se le cose non vanno come si era previsto. Bisogna guardare attentamente, fino in fondo, non trascurando dettagli, e essendo sinceri con sè stessi.. con attenzione si potrà trovare sempre qualcosa che ci era sfuggito. e ci si rende conto del perchè le situazioni sono andate in un certo modo. Se le cose non vanno come abbiamo previsto, di solito c’è sempre un motivo, se si indaga a fondo, se ci si chiede se si è fatto tutto il necessario si potrà trovare sempre cosa correggere.

PRESTARE ATTENZIONE. Se qualcosa non va come vogliamo, analizzando con attenzione si può sempre trovare qualcosa che si poteva fare in più.  Per esempio, se ti comporti bene, non può che ritornarti il bene che hai fatto. se non ti ritorna.. per esempio se ti comporti bene con una persona e lei non fa altrettanto, allora potresti pensare hai scelto la persona giusta a cui indirizzare il tuo bene? tu dai 100, e vuoi almeno 50.. lei magari ha bisogno di 200, e intanto dà 20..

COSA OTTENGO. In realtà la legge i causa ed effetto sta funzionando comunque. tu ti sei dimenticato di qualcosa. Ottieni fin dove hai dato. E intanto quel 100 che hai dato comunque ti torna indietro in un altro modo.. come insegnamento.. c’è qualcosa a cui devi ancora dare attenzione.. per esempio perchè non mi da 50? devi misurare meglio ciò che puoi dare, e individuare prima chi con poco ti da tanto. individuare quelle persone a cui magari dare anche poco ma con gioia, dare 50 (senza stare a dare tutto), e che ti ridanno con gioia 50. quindi aumentare il grado di saggezza, dove è più saggio investire energie. ti stai dimenticando che pretendi magari ad un cavallo di volare. E lo incoraggi, lo incoraggi..

DISCORSO PROBABILISTICO. Comunque è anche un discorso probabilistico. Non c’è una certezza automatica del 100% in ogni caso, è più un intervallo di confidenza. Diciamo che ci sta l’imprevisto qualche volta. è l’imprevisto che spesso permette di avere nuove idee, permette flessibilità, quindi anche questo può essere visto come ricchezza. per esempio se dai 50 alla persona giusta che ti da 50.. può capitare che una volta ti dia 20, e una volta ti dia 80.. tendenzialmente diciamo che puoi avere un certo grado di sicurezza. che però ti da 50. Più conosci, più prevedi, più aumenti il livello di sicurezza.

FIDUCIA. Questo ci permette di agire con un certo grado di fiducia. Se mi comporto in un certo modo, ecco che ottengo ciò per cui ho agito. per esempio cerco di ricordarmelo con il mio ragazzo. di fronte a tante coppie che non riescono a stare insieme, cosa ci può aiutare oggi a dire perché noi ce la dovremmo fare? la risposta è perchè esiste la legge di causa ed effetto. se ci comportiamo “bene” ecco che andremo incontro a situazioni per noi favorevoli con un buon grado di fiducia, con un buon livello di probabilità, con un buon intervallo di confidenza. (Poi per questo discorso sul “bene” ho intenzione di parlare di “equilibrio di qualità positive”, dove credo si possa capire cosa si può intendere con “bene”).

RISERVA FUNZIONALE. Poi non c’è neanche bisogno di fare chissà cosa, la natura fornisce anche ampio margine di errore, si può stare abbastanza tranquilli, l’uomo ha una buona riserva funzionale. un po come i nostri organi interni, hanno una funzionalità spesso superiore al necessario, hanno un certo grado di riserva.. che permette se necessario per esempio durante una corsa di essere usati di più, o in caso di malattia di avere un po’ di riserva. ecco che se ingoiamo qualcosa di sbagliato, qualcosa di andato a male.. il corpo troverà il modo di espellerlo. poi la riserva ha un suo limite, se ingoiamo del veleno molto tossico.. possiamo fare ben poco. se ci esercitiamo a prestare attenzione e mangiare bene ecco che possiamo stare tranquilli. se prestiamo ancora più attenzione, e prendiamo cibo salutare, siamo ben controllati.. ci mettiamo un po’ di più in una botte di ferro.

SURPLUS: OTTENERE TANTO CON POCO. Puoi poi esercitarti a trovare nel tempo a dare un poco che vale molto. ecco che scatta qualcosa di magico. dai qualcosa che per te è un 20, e per l’altro vale 80 e ti ricambia con 80. ecco lì scatta l’affare. non devi solo trovare le persone che ti danno tanto.. ma devi fare in modo di riuscire a dare facilmente tanto, in modo facile, naturale e gioioso. fare in modo che il tanto che dai.. ti costi poco. questo non significa ingigantire quello che hai, fare credere che il tuo 20 vale 80, di sicuro neanche sminuirlo. Ma anche fare in modo che per te quello che spesso agli altri costa 80.. lavorare per riuscire ad ottenerlo con 20. lavorare e lavorare, con calma e equilibrio, finché non diventa facile e automatico.

CONTROLLO INTERNO ED ESTERNO. Quando mantieni un certo grado di calma, e lavori per ottenere un controllo interno.. in automatico influenzi anche il mondo esterno. Sono collegati, nel senso che se ti eserciti a rimanere calmo, ecco che ti è piu facile analizzare con lucidità la situazione e prevederla e agire in modo più corretto sull’esterno. Volendo anche in modo più spirituale, se si crede che siamo tutti connessi, ecco che se mantieni un certo grado di calma interna,  non solo creerai direttamente delle situazioni più favorevoli con le tue azioni esterne, ma ti si presenteranno anche situazioni più favorevoli in modo più. Conviene comunque lavorare su entrambi i fronti. lavorare sull’esterno e sull’interno. Avere fiducia nella buona sorte è più facile se metti delle buoni basi su cui contare nel mondo esterno. e non bisogna però basarsi solo sul mondo esteriore.. un certo grado di rischio e fede e scommessa è praticamente sempre necessario nella vita. Bisogna giocare per ridurlo.

LE VITE PASSATE. si può estendere il discorso considerando più vite. Se ti sei comportato in un certo modo in passato, ecco che tenderai a determinare comportamenti più o meno consapevoli nel presente che determineranno le situazioni che vivi ora.

IL PRESENTE. in ogni momento si sta creando, se siamo qui, se siamo in vita, e probabilmente anche se non lo siamo, continuiamo a creare continuamente qualcosa, solo per il semplice fatto di essere. meglio cercare di prendere sempre più consapevolezza, sempre più calma, sempre più attenzione, sempre più controllo, e sempre più fiducia per creare situazioni sempre più favorevoli.

 

Galleria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: