Happy Wild-Life..

Attenzione non è da tutti.. parola d’ordine equilibrio.. io al suo posto credo che avrei agito su qualcosa in più.. per sentirmi più tranquilla.. per esempio avr fatto qualche tentativo in più per cercare del cibo.. o riparo.. Bisogna conoscersi e ascoltarsi.. per vedere come mantenere la propria corda alla giusta tensione. Se tiri troppo si spezza.. se è troppo morbida non suona (presente la celebre frase buddista?) però avrei anche dedicato del tempo alla meditazione certo…. E l avrei osservata per trarre insegnamenti.. e forse avrei provato a dare e condividere qualche idea e spunti spirituali anche io.. ma tanto non credo che siano esperienze per me.. ho altre priorità.. ma se fosse più diffuso questo modo di fare come il suo chissà.. buona ispirazione e riflessione per tutti.. e anche equilibrio, armonia, saggezza..💗

Galleria

Grazie al 2019

Mi ha fatto vivere diverse vite in una.

L’ultimo esame. La tesi. La laurea.il tirocinio. Conosciute persone bellissime. L’abilitazione. E quel giorno un amica speciale. Un giorno, è basato per conoscerla. Un giorno per incontrarla casualmente due giorni dopo. E cambiarmi la vita.. non so neanche perché te lo sto dicendo. E i suoi occhi azzurri vedevano in profondità.

L estate. La luna e le ispirazioni. La libertà. Un annichilimento di ciò che sono stata per riscoprirsi.. più magica. Fino all incontro del mio maestro che mi ha guidato in questi anni senza conoscermi. E poi tanti maestri e sorrisi. Ed il ritorno sui propri passi. Come già previsto. E lasciare la mia casa. E convivere con la persona più speciale.

E un nuovo inizio. Più umano e scientifico.

Un Natale a 360 gradi. Ed il bello deve ancora venire.

Grazie per quest’anno che mi regalato così tante vite in un solo anno. E infibe mi ha regalato ancora una volta nuova vita. Una vita che conoscevo ma che attendevo da decenni. È incredibile.

E grazie alle persone. Alla mia famiglia e tutti gli amici più vicini, persone che si rivelano sempre più speciali, ognuna in modo unico e sorprendente. Grazie a chi mi ha regalato il suo tempo, mi ha ispirato e si è lasciata ispirare. Grazie a quelle persone che ho visto per poche settimane, giorni, addirittura ore.. e che probabilmente non vedrò più.. ma hanno stabilito una connessione così profonda reciproca che mi accompagnerà per sempre. E quest’anno è successo più di una volta. Ho piccoli pezzi di cuore sparsi nel mondo. Che più di una volta ho dovuto lasciare andare. Ma sempre con il sorriso. Perché ora so che anche in giro per il mondo posso trovare il mio stesso cuore.

E non è ancora finita. E data la magia di questi giorni.. mi concedo anche aspettative.. sorpresa da una rinnovata fiducia.. per gli ultimi appuntamenti di quest’anno in chiusura. Il gran finale.

Galleria

La ruota della gioia

E tutto gira così veloce, come in una centrifuga, che non può che restarti atraccata solo la bellezza, in equilibrio, che resta al centro, che è il tuo vero centro..

Tanto qui non si dorme.. si gira, si gira.. ma domani torno tra le tue braccia.. e di nuovo mi instillerai la calma che solo tu puoi darmi.

Ed oggi.. ho letto.. da un bollettino medico.. diversi articoli in effetti.. ma dal frutto poi il mio corpo sceglie e filtra i nutrimenti selezionando ciò che davvero gli occorre, ed è in sintonia con i propri geni.. e da nutrimento oggettivo diviene soggettivo.. quella stessa mela diventa la mia o la tua energia.

Quindi diversi articoli e pubblicazioni scientifiche, io mi sono nutrita di due speciali.

Come la vicinanza del partner può aumentare la tolleranza a stimoli dolorosi.

Come la presenza di uno scopo sia correlata alla longevità. E nel termine scopo possono rientrare diversi concetti: obbiettivi lavorativi, comunità, gentilezza, spiritualità..

Gioia, gioia, gioia… Esercizio alla gioia, e gira e ruota, e non si ferma, sembrerà poi più stabile.. allora girerà più veloce e lo spazio aumenta e la purezza risplenderà più forte.

Uno spunto da cui sono tratte alcune considerazioni.. video YouTube gli scambi sulla Terra di esoterismo e dintorni

Galleria

Last Christmas and my Heart

Ho visto il film Last Christmas.. quante lacrime e quanta gioia.

Avevo visto il trailer. È da tanto che non andavo al cinema. Oramai aspetto di vederli a casa quelli che mi interessano. Oppure non mi interessano. Ognuno racconta una storia. Ma anche le mie storie sono così interessanti che spesso le preferisco al confronto.

Poi quel trailer. Ce ne sono diversi ho visto. Ma il primo che mi è capitato di vedere parlava di una musica così lenta e scandita, intensa, sorrisi, silenzi, spazi, dolcezza, intensità.. ed i suoi lineamenti orientali.. mi ero innamorata..

Voglio vederlo mi sono sorpresa a pensare. Forse come battuta l’ ho detto al mio ragazzo.. mi porti a vederlo? Ma a te non piace andate al cinema.. si è vero ho pensato.. tanto soldi e le Mie storie spesso sono più belle.. ma forse quella volta era diverso… Passano i giorni.

La mia amica mi ha proposto un cinema. Io ho detto ok, più per vedere lei in relax che altro. E non pensavo ci fosse quel film qui vicino.. l ho messo come prima opzione di preferenza in un elenco tra io film che ci sono ora.. ho inviato il mio elenco.. a lei piacevano tutti abbastanza. Poi però si è confrontata con un’altra amica, che ha scelto l ultimo del mio elenco. Pinocchio. La solita storia pensavo? Ok va bene comunque ho pensato. Nel frattempo ho visto altri che scrivevano bene di Pinocchio in post sui social. Massi sarà cmq interessante. Mi stavo convincendo.

E poi la mia amica mi scrive, che l’ altra ragazza all ultimo non riesce più.. se vogliamo vedere Last Christmas.. che in realtà c’è in un piccolo cinema secondario vicino che non avevo considerato possibile. Ero indecisa mi ero focalizzata ormai in modo diverso.. ma poi ok certo.. Poi vedo che c’è effettivamente.. è descritto come genere drammatico.. ma come?! E il trailer? Così avvolgente…

Cmq andata.

Tutto questo per dire.. la canzone finale. Quanta gioia in quel sorriso. Così sola e così raggiante.

Penso a quando mi ispirava allo sguardo della Sirenetta sulla roccia.. con le onde che si infrangevano in sintonia con la luce dei suoi occhi

Quando accadrà io non lo so ma del tuo mondo parte farò, guarda e vedrai che il sogno mio si avvererà..

Ma la Sirenetta aveva lo sguardo della Fede certa di qualcosa che accadrà.. in un bagliore di lucidità.. dove tutto è possibile e sicuro.

In Cate.. già tutto è accaduto.. la luce non è un bagliore ma raggi che permangono costanti e la accompagneranno per sempre.. la canzone può sembrare nostalgica.. ma nei suoi occhi solo luce e divertimento.. compiacimento.. e il suo sogno non si avvererà. Ma è già oltre. Si è già avverato. Ha già tutto con lei, in lei, è una e completa da sola.

Ma pare a me o stanno mettendo più riferimenti e saggezza con semplicità nei film?

Rimando per alcune osservazioni interessanti come commento al film sul canale di youtube di Erika biblioteca spirituale.

Io sono stata fatta di lacrime, gioia, luce.. e Gioia di essere stata con la mi amica.. e lei con me.. ahah eravamo sulla stessa lunghezza donda..

Ho voglia di scrivere.. le gioie di questo natale.. le mie storie.. ce ne sarebbero davvero tante.. e davvero bellissime e in programma tante altre. Devo fermarmi e Fare spazio. Chissà cosa rivelerà il prossimo anno.

Io per ora non ci sto già più dietro così. Solo cose belle. Ma devo aumentare lo spazio. E lo so.. che allora diventerebbe tutto ancora più bello.

Ah. Qualche anno fa al Corso di meditazione.. durante le pause pranzo, tra una chiacchierata e l’altra mi raccontavano.. di situazioni in cui in seguito a trapianti.. le persone cambiavano carattere.. e assumevano tratti simili a quelli dei donatori..

Io non voglio lavorare per dare soluzioni.. ma per essere di ispirazione.. non devo fare niente su questa terra.. solo essere.. e risvegliare..

Io parto un po’per caso e un po’ attirato.. per Stonehenge se va tutto bene.. per salutare il vecchio anno.. e aprire il nuovo.. che possano aprirsi nuove energie.. per me, per le persone vicine, per quell’improbabile lettore che per sbaglio avrà aperto questo articolo, per tutti..

Galleria

Di Piero Angela, la mente aperta

Qualche anno fa l ho visto dal vivo, come ospite tra alcune serate di numeri dibmagia.. Hs parlato del Cicap. Quanti anni e quanto era semplicemente lui come in tivu. 

Ieri mi sono imbattuta in una frase attribuita a Piero Angela.. “Bisogna avere una mente aperta.. Ma non così aperta da fare cascare il cervello.”

Ahaha sta parlando di equilibrio anche lui!! In realtà mi è piaciuta molto la sua frase.. Ho pensato che volevo scriverla. Ma non c’era tempo. Ma ora sì, ora con la mia testa bella colma di agopuntura (vedi post precedente) la voglio scrivere.

Come si può non apprezzarlo davvero tanto? Anche se ha avuto quel diverbio con Roll.. Che altrettanto così tanto mi affascina.

 

Galleria

Associazioni elettriche

Oggi che giornata.. Elettrizzante.

Ho rinnovato la carta di identità.. Verso una nuova identità?

A casa ci hanno momentaneamente staccato l acqua e poi è partita anche la corrente.. Per questa abbiamo dovuto chiamare l elettricista.. Che ha lavorato questa sera a lume di candela da mia mamma.. E quando ha finito io stavo appena iniziando una conferenza sull agopuntura.. Quindi sui canali energetici.. non della casa esterna.. Ma della casa del nostro spirito.. Insomma del corpo..

Wow ho pensato quanta simbologia e analogia in questo mondo che talvolta sembra così onirico.. Associazionistico.. Creativo.. La creazione di un occhio che guarda.. Una proiezione della nostra natura di sogno..

Era da qualche giorno che ribaltavo un po’ di cosine a casina.. Per riordinare.. Fare spazio.. Ecco che salta la luce per degli strani contatti elettrici che si creano proprio ora.. E la mia mamy pensa di rifare l intero impianto elettrico.. Come se qualcosa di grande si muove..

La mia mente. La nostra mente. Che osserva. E ci crede. Bisognerebbe credere più in grande.

 

Galleria

Promemoria: e tu che parole usi?

Dicono ciò che vedi negli altri è parte di te..

Beh oggi ho visto tante cose, anche di bellezza, ed anche che se si usassero le parole giuste potrebbero cambiare tante cose ancora.. Per la persona stessa interessata.

Insomma il solito discorso che mi sta a cuore.. Su cui ho gia scritto più volte.. Per alcuni aspetti meglio.. (mm forse potrei ordinare meglio i miei articoli..prima o poi tra le cose che potrei fare..) E quindi intanto ripetiamoci.. Che secondo me è così bello..

Quindi anche oggi un invito a OSSERVARSI… Osservare le PAROLE.. I gesti.. Come renderli più piacevoli e ARMONIOSI? Perché dopo che pensi di aver lavorato molto sui contenuti.. Ti accorgi che ad un certo punto la FORMA DIVENTA SOSTANZA.. Perché la sostanza è diventata forma..

Pensare a come si potrebbe dire la stessa cosa in CHIAVE “POSITIVA”.. Esercitandosi in modo conscio ad usare solo PAROLE POSITIVE.. Sai quanti messaggi SUBCONSCI migliori mandiamo alla nostra mente in questo modo?

ESERCIZIO.. Perché tutto quello che ci serve è già qui e non dobbiamo fare nulla.. E per arrivarci dobbiamo crederci.. E quindi lavorarci su ed esercitarsi..

Io mi metto in prima fila.. C’è da lavorarci ancora tanto.. Però vedo le stesse cose che dicevo in modo diverso.. Prima ero più emotiva.. Ora c’è un po’ più di DISTACCO.. Questo mi permette da un lato di accorgermi prima di quello che dico.. E poi posso lavorarci più tranquillamente.. E a volte anche in modo scherzoso e giocoso.. E quindi ogni volta ci credo un po’ di piu.. E tutto può diventare sempre più bello..

E un po’ basta meditare.. Che ottieni il carburante da usare come un po’ più in AUTOMATICO mentre ti eserciti.. E quasi non ti accorgi..

E quindi.. Che parole usi? Bellissime, positive e per il bene di tutti gli esseri!!

Ecco un po di parole di gioia per dare il buon ESEMPIO.. Che siano di ispirazione..

Felicità, entusiasmo, divertimento, gioco, allegria, interesse, impegno, forza, bellezza, attenzione, armonia, leggerezza, profondità, ricchezza,  misura, acutezza, concentrazione, rilassamento, espansione..

Quindi positività.. E poi mi racconti sempre ricordarsi di EQUILIBRIO.. Giusto equilibrio.. Introspezione, estroversione; concentrazione e rilassamento; gioco ed impegno.. Tutto deve essere al giusto grado..

Lavorare vuole dire anche solo ACCORGERSI della tua qualità ora.. Chiedersi se è equilibrata o se si può fare di più o di meno per il bene tuo e di tutti.. Come un OCCHIO SUPER PARTES che guarda e vede il meglio da una visione più ampia.. Che in un certo senso non è altro che la versione più “alta” di te.. E pensa alla qualità positiva opposta.. Per equilibrarla..

Se c’è fresco e leggero.. Ricordati che puo esserci anche caldo e avvolgente.. Pensa se hai il giusto equilibrio.. E come sistemarlo.. Lavorandoci su.. Anche solo inziando a pensare per esempio alla qualità voluta.. Richiamarne alla memoria la parola, le sensazioni.. E avendo fiducia.. Che concentrandoci la tua parte consapevole… C’è una parte inconsapevole che continua a lavorarci in un modo ancora più grande.. E sempre ricordandosi dell equilibrio.. Aggiustando.. Esercitandosi.. Giocando.. E lasciando andare..perché tutto va bene così.

 

Galleria

Voci precedenti più vecchie